Orchidea del mondo parallelo

Girovagando per il mondo ammirava sempre le orchidee, così diverse, così colorate! Ogni pianta, anche se della stessa specie, era così unica…

E la stessa cosa lo incantava verso le persone.

Semplicemente stando seduto ad un tavolino della caffetteria le osservava, le ascoltava, osservava com’erano vestite, le acconciature che avevano le donne, la barba che avevano gli uomini, gli sguardi ancora innocenti e puri dei bambini…

Gli piaceva osservare e capire la vita che svolgeva ognuno di loro.

Cosa studiassero, che lavoro facessero, in che zona abitassero… ma la fantasia prendeva sempre, alla fine, il sopravvento.

Come se vivesse in un realistico fumetto.

Il signore distinto, col cappello, pipa e baffi non poteva essere davvero un commerciante d’abbigliamento ma era più adatto ad essere un esperto detective. Gli si addiceva sicuramente di più indagare su un’assassinio piuttosto che prendere le misure degli abiti da realizzare o vendere.

Ah… personaggi della vita reale rubati al loro più sensato ruolo fantasioso!

Anche nei freddi pomeriggi invernali, mentre fagocita biscotti appena immersi in una tazza di cioccolata calda, steso sul divano, nel silenzio della casa, si immagina come sarebbe quello stesso pomeriggio con una moglie per casa e i suoi bambini che giocano.

Forse questo continuo sovrapporre la fantasia alla realtà è una sorta di rifugio personale da un mondo che non gli piace, dove viene robotizzato l’umano e viene umanizzato un robot.

Un mondo dove si sta diventando solo numeri di matricola e codici fiscali.

Un mondo dove si perde l’empatia verso le persone ma si amano degli oggetti.

Allora, se non può vivere fuori dal caos della città, se non può evitare di perdere parte della propria identità, si rifugia nella più profonda fantasia densa di emozioni che racchiude un’orchidea.

Ogni persona può diventare come lei, fatta di amore, eleganza, armonia, bellezza e passione.

Ora lui assegna, nella sua fantasia, un’orchidea ad ogni persona e si rifugia in un mondo che ne racchiude tutte le sue proprietà e per un pò vive in un mondo che ama.

A.T.

Veliero Innamorato

Amo scrivere e condividere i miei pensieri più profondi. Dopo diversi anni senza toccare la penna sono tornato, sto ritrovando me stesso e queste ne sono le espressioni più pure ed intime. Puoi leggere i miei racconti completi dal libro Veliero Innamorato

Un pensiero riguardo “Orchidea del mondo parallelo

  • 16 Novembre 2018 in 12:29
    Permalink

    Ciao Ale, che meraviglia le orchidee , sai e’ il fiore che avevo nei capelli quando mi sposai .

    Quando questa meraviglia era tutta la mia vita , e ne sentivo soltanto il suo profumo , nessun altro fiore era paragonabile a lei , il suo colore era bianco con striature rosa , come la bellezza di consacrare a Dio per l’eternità un sentimento immenso , nella buona e cattiva sorte , l’Amore .

    Oggi amo tutti i fiori , soprattutto quelli di campo , perche’ mi fanno sentire a stretto contatto con la natura che li ha creati senza artifici fatti dalle mani dell’uomo .

    Spero tutto bene caro , scusa se passo pochissimo , ma ce l’ho salvato il tuo blog , per cui non potrei mai dimenticarmelo . Poi ho la tua mail , quando vuoi e puoi scrivimi ne sarei felice .

    Buon fine settimana

    Rosy

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove
Accessibilità