Specchio di salvezza

Camminando per questo stretto vicolo pieno di volte notai quel piccolo uomo seduto sul marciapiede, all’angolo di una casa.

Mi avvicinai a lui e gli chiesi conto di quel suo sguardo triste, mentre si teneva strette le ginocchia con le braccia.

Fece fatica a rispondermi, ma dopo qualche titubanza, mi disse di non essere contento di ciò che portava dentro di se. Perse negli ultimi tempi quella tempra che lo contraddistinse sempre nell’amore verso una persona speciale.

La casa a cui era appoggiato aveva tante luci colorate all’interno e guardando dalla finestra si vedeva una famiglia che passava allegramente la serata.

Iniziò a nevicare, si alzò dal marciapiede, si mise accanto a me, osservò anche lui dentro la casa e mi disse:

  • Vedi? Io ero così, il mio cuore faceva parte di un universo contraddistinto solo da momenti scanditi come quello che stiamo osservando. La vita era sempre un’esplosione di gioia, di condivisione, di attesa per chi amo. Ho perso questa bussola, accecato da qualcosa che mi mangiava dentro e che ora, forse, sto finalmente iniziando a digerire per andare avanti e recuperarmi.

Lo abbracciai, lo sentii come un fratello, come una persona conosciuta da sempre, fin dal primo giorno della mia vita.

Pochi minuti dopo si spensero le luci della casa e quell’uomo tirò fuori un pacchetto regalo e me lo diede. Mi disse che era il mio regalo di Natale più prezioso che avessi mai potuto ricevere e, quasi senza salutare, si allontanò sparendo tra le strade innevate.

Corsi a casa a scartarlo ed era uno specchietto. Lo rivolsi verso il mio viso e vidi la stessa faccia di quell’uomo. Io quella sera incontrai di nuovo la mia anima e mi diede la forza di comprendere che quell’uomo ero io e mi diede un nuovo percorso da seguire per recuparmi.

Quando mi trovai davanti ad un bivio tra il me stesso e la parte oscura di me venni in soccorso di me stesso e con fatica, ma con forza, ricominciai a far parte di quella famiglia, illuminata da mille lucette colorate.

A.T.

Potrebbe interessarti anche...

Veliero Innamorato

Amo scrivere e condividere i miei pensieri più profondi. Dopo diversi anni senza toccare la penna sono tornato, sto ritrovando me stesso e queste ne sono le espressioni più pure ed intime. Puoi leggere i miei racconti completi dal libro Veliero Innamorato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove
Accessibilità